• Roberta Passa

Cambiare lavoro durante l’emergenza Covid-19.



L’onda d’urto del Covid – 19 non ha impattato solo il mondo del lavoro, ma anche e soprattutto le nostre convinzioni, portando molte persone a riflettere sul proprio futuro.


L’obbligo di fermarci che ha richiesto questo periodo, inevitabilmente ci ha messo nelle condizioni di porci delle domande, di fare valutazioni e bilanci sulla nostra soddisfazione personale e professionale, ed a volte le risposte trovate convergono nel desiderio o nella necessità di voler cambiare lavoro.


Come fare? È davvero possibile cambiare lavoro in piena emergenza Covid-19?


Sicuramente non è semplice: richiede organizzazione, costanza, comporta un’attività di #reskilling, e sarà necessario uscire dalla nostra zona di #comfort.


Un approccio graduale per cambiare la nostra carriera è sicuramente più realistico e funzionale: partiamo dalla nostra professionalità, dalle nostre competenze e cerchiamo di proiettarle su settori e ruoli diversi rispetto ai nostri attuali.


Come primo passo, potremmo provare a fare una ricerca: attraverso le #jobboards cerchiamo gli annunci che ci interessano e studiamo i requisiti richiesti per ricoprire quel determinato ruolo, le qualificazioni necessarie ed anche le #softskills indicate come strategiche.

Questo è sicuramente un punto di partenza valido per valutare se abbiamo dei gap formativi rispetto al cambiamento di carriera che vorremmo attivare ed al tempo stesso ci fornisce una prima guida sul #reskilling che potremmo dover attivare.


Una volta che conosceremo il percorso che vorremmo seguire potremmo iniziare a lavorare concretamente sul nostro #careerchange: come?


Dopo aver individuato le competenze da approfondire o sviluppare, iniziamo a cercare dei corsi, dei webinar, podcast, degli eventi sul settore ai quali partecipare. Ci sono siti come Udemy e Skillshare che offrono migliaia di corsi online, di cui alcuni anche gratuiti, in una gamma di specializzazioni molto diversificata. Potremmo anche partire dal nostro ultimo titolo di studio e cercare della conversione post-laurea sugli argomenti che più ci interessano.


Dopo aver ottenuto le nuove competenze ed eventuali certificazioni, sarà necessario aggiornare il CV per riflettere questi cambiamenti, il CV sarà il nostro biglietto da visita.


Un altro aspetto fondamentale è il #network: la condivisione di esperienze e contenuti è un ottimo modo per imparare e per aggiornarsi. Iniziamo a seguire gruppi di discussione, ad esempio su LinkedIn ma anche su altre piattaforme, sui temi di cui vogliamo aggiornamenti, proviamo a stilare una lista di aziende che maggiormente selezionano ed inseriscono il ruolo per il quale ci stiamo preparando, e studiamone il settore, la mission ed i valori, conserviamo le informazioni in un file che sarà in sarà la nostra base di partenza per la nostra futura ricerca.

Aggiorniamoci anche sui nuovi trend del recruiting come ad esempio il social recruiting o la gamification, inoltre oggi i colloqui avvengono soprattutto via video ed è importante farsi trovare preparati a questa nuova modalità di selezione; ad esempio inserendo una video presentazione che ci permetterà di dimostrare le nostre #softskills nell’immediato, ci sono diversi supporti che potremmo utilizzare tra cui l’app 60Rec, un'app mobile gratuita che permette di registrare in maniera professionale una video presentazione da inserire nel cv o da condividere via email o in un form di candidatura.


Dopo aver lavorato su questi aspetti, iniziamo ad inviare la nostra candidatura, consapevoli che cambiare lavoro è un processo che potrebbe richiedere del tempo, ottimizziamolo continuando a formarci e costruendo il nostro #network.

46 vistas

©2020 NewCvService